A Whitby da Leeds

Il mio primo articolo. La mia prima pedalata di due giorni per allenarmi prima del grande viaggio. Partenza il primo marzo da Leeds e ritorno i due di Marzo di nuovo in Leeds. Una notte a Whitby.
Partenza alle 8:20; freddo, 5°C circa, ma niente male rispetto altri giorni.
La mia prima tappa è York, non distante da Leeds, mediante la A64. Sono stato in bicicletta a York tante volte, quindi la strada non ha misteri. Tendenzialmente piatta, non troppo, ma abbastanza per essere a York abbastanza in fretta

wp-1488399758205.jpeg
York Minister. Principale cattedrale della diocesi di York

Da York è tutto nuovo per me. Corta pedalata su una strada secondaria per Stockton e alla fine ricongiungendosi con la A64 per Malton. A Malton puoi decidere due strade: la strada per Pickering per prendere la A164, la strada che passa attraverso il collinoso Parco Nazionale di York Moor, oppure passare da Scarborough e proseguire a nord per Whitby

Ho deciso per il parco e non ho ripensamenti.

Su e giù per le strade. Dopo ogni salita segue una discesa nella natura.

Molte miglia dopo ho trovato la mia ultima tappa: Whitby!

Per chi non ci è mai stato, dal mio punto di vista è uno degli ultimi porti incontaminati dalla vita moderna. Intendo, puoi trovare vecchi negozi di roba tipica, artigianato, dolci, fish and chips e ristoranti di cibo tipico inglese come Humble Pie & Mash. Parola chiave: PIE!!! (la Pie non è nient’altro che una torta salata, più piccola, più alta, molto più farcita tendenziamente molto grassa, e sto parlando di quella trovata qui, ma ogni posto ha il suo modo differente di fare la pie). Tante Pie e purè di patate, piselli o aglio. Abbastanza economico e di buona qualità. Molto informale con tovaglie a quadri, la storia scritta sui menù e la regola: non vendono alcool. Se vuoi comprare da bere sei libero di attraversare la strada e comprare una pinta della birra che preferisci nel pub di fronte. Loro son felici se vuoi consumare la tua birra con la loro pie. Strano ma divertente.

Ho dormito nel ostello dietro la Abbey (abazia), in punta ai 199 gradini, vicino alla chiesa di St.Mary. Posto grazioso con una vista bellissima della città e una buona colazione.

Il giorno seguente è il giorno del ritorno, ma ho cambiato strada. Ho deciso di visitare Robin Hood Bay. Giù per la baia e una pendente salita per riagganciare l’A171 per Scarborogh. Il viaggio andava bene, ma superato Scarborough realizzai l’evento che avrebbe cambiato i piani del mio viaggio. Vento. Tanto. Troppo. Contro di me. Il meteo su internet diceva 18miglia orarie da Yotk. Quando ho passato la curva di Staxton per continuare per Malton ho realizzato quanto è duro pedalare con il vento. La mia media oraria è crollata vertiginosamente. Sentivo di avere le ruote bloccate all’asfalto. Persi troppe energie e quando vidi Malton e le ore di luce mancanti ho realizzato che la soluzione migliore sarebbe stata tornare a casa con il treno.

Mi sento un perdente, ma sarebbe stato veramente pericoloso continuare con una giornata del genere. Comunque son felice. Ottima giornata. Mi piace lo Yorkshire.

2 thoughts on “A Whitby da Leeds

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s