[ITA]Decize-Saint Clement de Verse

Mi sveglio con la luce del sole. Sono ancora pigro e non è buono per il viaggio. Devo fare tanti chilometri oggi e lascio il campeggio alle 11. Decize mi risulta ancora strana. Un’isola sul fiume per me è da pazzi. Comunque punto la mia bici su Burbon.

Pedalare da soli è dura ma ho di nuovo tempo per me stesso. Qualche volta son così concentrato che non mi accorgo quanto tempo sta passando. Cerco di sentire la resistenza del mio corpo e qualche volta lui chiede qualche stop addizionale per riposare. Devo gestirlo. Non posso fermarmi tutte le volte che il corpo lo chiede. Sulla strada di Burbon le mucche mi guardano come matto. Ho questa sensazione.

Burbon arriva dopo un paio di ore e fuori la città trovo questo:

Potete credermi, non sono totalmente pazzo, ma questo è il nonno del nonno del moderno frigo e della motore turbina industriale creato nel 1900. C’è una lunga spiegazione riguardo questo vecchio sistema, ma ad essere onesti non ci capisco granché. Comunque questo aggeggio è qui perché fu uno dei primi sistemi refrigeranti dell’area. Interessante.

Burbon ha le stesse cose chr hanno tutti i villaggi della Francia. Una cattedrale in punta, piccole strade con architetta caratteristica, ma qui c’è un area termale. Son stato tentato, ma dovrei andare avanti con il viaggio.

Opto per evitare Macon. Probabilmente la strada è molto più facile, ma è molto più diretta la strada che passa sul confine tra la valle della Loira e del Rodano. Passo da Digoin e trovo un altro bellissimo ponte canale costruito nel 1838 e lungo 240 metri.

Oltre Paray prendo delle strade secondarie e dopo una decina di chilometri trovo di nuovo la vita selvaggia, ma sfortunatamente c’è anche la salita. È una zona collinosa e dovrei passare una collina alta che separa le due valli

Quando pensavo solo alla strada da fare incrocio due castelli: il castello del Drèe e il castello de La Clayette.

Il castello del Drèe è una magione del 17esimo secolo. Castello privato, ma è possibile visitare li interni e il giardino, che dall’esterno sembra bellissimo anche se aprile. Curiose le strutture sull’entrata: una prigione e una piccionaia che si possono visitare anche in orario di chiusura del castello. 

Il castelo di la Clayette è un forte circondato da acqua. È stato inizialmente un forte di difesa, ma è molto di classe ora grazie ai cambiamenti e restauri avuti durante gli anni. Forte del 14esimo secolo, ma gli ultimi cambiamenti sono avvenuti nel 19esimo. È un castello privato e non è possibile visitarlo, ma è possibile godersi il panorama del lago di fronte. 

L’ambiente intorno a me sta cambiando. La vegetazione di quest’area è famigliare con conifere e ad un certo punto della collina c’è pure un torrente. Tutto diventa più chiaro quando vedo un cartello con scritto Lyon.

Lyon significa casa. È l’ultima grande città prima del confine. Mi sento strano, felice, completamente eccitato di arrivare a Lyon. Grazie al tunnel del frejus è solo 2/3 ore di distanza. Da casa mia.

A domani!

2 thoughts on “[ITA]Decize-Saint Clement de Verse

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s